Minambiente.pngCopia di reachbanner copy.jpg

Entra in Banca Dati

 

 

 

 

La Banca dati delle sostanze vietate o in restrizione č la naturale evoluzione della Lista delle sostanze vietate (o in restrizione) in formato cartaceo pubblicata in occasione della 3a Conferenza REACH nel novembre 2011.

 

La Banca dati delle sostanze vietate o in restrizione raggruppa, in modo omogeneo e sintetico, le informazioni di base sui divieti, le restrizioni e gli obblighi di autorizzazione stabiliti a livello europeo per le sostanze caratterizzate dalle seguenti indicazioni di pericolo:

·         sostanze classificate Cancerogene, Mutagene e tossiche per la Riproduzione (CMR),

·         sostanze Persistenti, Bioaccumulabili e Tossiche (PBT),

·         sostanze molto Persistenti e molto Bioaccumulabili (vPvB),

·         inquinanti organici persistenti (POP) e

·         sostanze lesive per lo strato di ozono.

 

Non fanno parte di questo elenco le sostanze classificate unicamente come infiammabili, facilmente infiammabili ed altamente infiammabili.

 

La Banca dati contiene le disposizioni cautelative (restrizioni, divieti, etc.) adottate ai sensi del Regolamento (CE) n. 1907/2006 (regolamento REACH), del Regolamento (CE) n. 850/2004 sugli inquinanti organici persistenti (“POP”) e del Regolamento (CE) n. 1005/2009 sulle sostanze che riducono lo strato dell’ozono

ed č concepita come strumento per agevolare la consultazione e il reperimento delle informazioni relative a 1.211 (all’ottobre 2015) sostanze soggette a divieti, restrizioni e obblighi di autorizzazione e viene aggiornata in base ai successivi adeguamenti degli allegati ai citati regolamenti.

 

 

Le informazioni riportate nella banca dati, estrapolate dalla normativa specifica e/o di riferimento, riguardano in particolare:

*      nome della sostanza, del gruppo di sostanze o della miscela

*      numero CAS: numero di registro attribuito dal Chemical Abstract Service (CAS), che assegna un numero identificativo univoco ad ogni sostanza chimica descritta in letteratura;

*      numero Indice: č il codice di identificazione assegnato alla sostanza nell’Allegato I della Direttiva 67/548/CE

*      numero CE:  č il numero identificativo delle sostanze contenute nell’inventario CE

*      note: il testo integrale delle note č riportato nella parte I dell’Allegato VI del regolamento (CE) n.1272/2008

*      tipo di pericolo: indica la proprietŕ pericolosa per cui la sostanza č soggetta a limitazione, divieto, restrizione o obbligo di autorizzazione: Cancerogena, Mutagena, tossica per la Riproduzione (CMR), lesiva per lo strato di ozono, inquinante organico persistente (POP), Persistente, Bioaccumulabile e Tossica (PBT), molto Persistente e molto Bioaccumulabile (vPvB)

*      specifiche sulla sostanza: indicano o il gruppo di appartenenza (ad es. fibre di amianto) o il potenziale di riduzione dell’ozono (la capacitŕ di quanto puň ridurre lo strato dell’ozono stratosferico);

*      normativa di riferimento: la norma generale che ha determinato la limitazione, il divieto, la restrizione o l’obbligo di autorizzazione della sostanza;

*      normativa specifica: la norma di attuazione che ha modificato o introdotto per la prima volta una limitazione, un divieto, una restrizione o un obbligo di autorizzazione;

*      scheda pdf di riepilogo delle informazioni relative ad una sostanza

 

 

Le sostanze contenute nella banca dati sono ordinate alfabeticamente per nome, e la ricerca puň essere effettuata per singola sostanza, attraverso il nome o il numero di CAS, oppure per gruppi: tipo di pericolo, specifiche della sostanza, numero di allegato alla normativa, normativa di riferimento o normativa specifica, divieto e/o restrizione.

 

I risultati della ricerca possono essere esportati in file di vario formato (excel, word, CSV, xml).

E’ possibile inoltre stampare il risultato della ricrca o l’elenco completo delle sostanze contenute all’interno della banca dati.

 

 

 

Normative di riferimento e normative specifiche

 

REACH

*       Regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2006, concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) che istituisce un’Agenzia europea per le sostanze chimiche

*       Regolamento (CE) n. 552/2009 della Commissione del 22 giugno 2009 recante modifica del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda l’allegato XVII

*       Regolamento (UE) n. 276/2010 del 31 marzo 2010 recante modifica del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda l’allegato XVII (diclorometano, oli per lampade, liquidi accendigrill e composti organostannici)

*      Regolamento (UE) n. 366/2011 del 14 aprile 2011 recante modifica del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda l’allegato XVII (acrilammide)

*       Regolamento (UE) n. 494/2011 della Commissione del 20 maggio 2011 recante modifica del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda l’allegato XVII (cadmio) e Rettifica del regolamento (UE) n. 494/2011 della Commissione del 20 maggio 2011

*       Regolamento (UE) n. 207/2011 del 2 marzo 2011 recante modifica del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda l’allegato XVII (Difeniletere, pentabromo derivato e PFOS)

*       Regolamento (UE) n. 143/2011 del 17 febbraio 2011 recante modifica dell’allegato XIV del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche («REACH») e Rettifica del regolamento (UE) n. 143/2011

*       Regolamento (UE) n. 109/2012 del 9 febbraio 2012 recante modifica del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche («REACH»)per quanto riguarda l’allegato XVII (sostanze CMR).

*       Regolamento (UE) n. 412/2012 del 15 maggio 2012 recante modifica dell’allegato XVII del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche («REACH»).

*       Regolamento (UE) n. 835/2012 del 18 settembre 2012 che modifica il regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda l’Allegato XVII (cadmio)

*      Regolamento (UE) n.836/2012 del 18 settembre 2012 recante modifica dell’Allegato XVII del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda il piombo

*      Regolamento (UE) n.847/2012 del 19 settembre 2012 recante modifica dell’Allegato XVII del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda il mercurio

*      Regolamento (UE) n.848/2012 del 19 settembre 2012 recante modifica dell’Allegato XVII del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda i composti di fenilmercurio

*      Regolamento (UE) n.126/2013 del 13 febbraio 2013 recante modifica dell’Allegato XVII del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH)

*      Regolamento (UE) n.348/2013 del 17 aprile 2013 recante modifica dell’Allegato XIV del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH)

*      Regolamento (UE) n.1272/2013 del 6 dicembre 2013 recante modifica dell’Allegato XVII del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda gli idrocarburi policiclici aromatici

*      Regolamento (UE) n.301/2014 del 25 marzo 2014 recante modifica dell’Allegato XVII del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda i composti del Cromo VI

*      Regolamento (UE) n.317/2014 del 27 marzo 2014 che modifica il regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda l’Allegato XVII (sostanze CMR)

*      Regolamento (UE) n.474/2014 dell’ 8 maggio 2014 che modifica l’Allegato XVII del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda la sostanza 1,4-diclorobenzene

*      Regolamento (UE) n.895/2014 del 14 agosto 2014 recante modifica dell’Allegato XIV del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH)

*      Regolamento (UE) n.2015/326 del 2 marzo 2015 recante modifica dell’Allegato XVII del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda gli idrocarburi policiclici aromatici e gli ftalati

*      Regolamento (UE) n.2015/1494 del 4 settembre 2015 recante modifica all’Allegato XVII del regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda il benzene

 

 POPs – inquinanti organici persistenti

*       Regolamento (CE) n. 850/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 relativo agli inquinanti organici persistenti e che modifica la direttiva 79/117/CEE.

*       Regolamento (CE) 304/2009 della Commissione del 14 aprile 2009 che modifica allegati IV e V del regolamento (CE) n.850/2004

*       Regolamento (UE) n. 756/2010 della Commissione del 24 agosto 2010 recante modifica del regolamento (CE) n. 850/2004 per quanto riguarda gli allegati IV e V.

*       Regolamento (UE) n.757/2010 del 24 agosto 2010 recante modifica del regolamento (CE) n. 850/2004 per quanto riguarda gli allegati I e III.

*       Regolamento (UE) n.519/2012 del 19 giugno 2012 che modifica il Regolamento (CE) n. 850/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo agli inquinanti organici persistenti per quanto concerne l’allegato I

 

Sostanze pericolose per l’ozono

*       Regolamento (CE) n. 1005/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 settembre 2009 sulle sostanze che riducono lo strato dell’ozono.

*       Regolamento (UE) n. 744/2010 della Commissione del 18 agosto 2010 che modifica il regolamento (CE) n. 1005/2009 relativamente agli usi critici degli halon.

*       Regolamento (UE) n. 291/2011 della Commissione del 24 marzo 2011 sugli usi essenziali di sostanze controllate diverse dagli idroclorofluorocarburi per usi essenziali di laboratorio e a fini di analisi nell’Unione a norma del regolamento (CE) n. 1005/2009.

 

Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali Divisione IV - Valutazione e riduzione dei rischi derivanti da prodotti chimici e organismi geneticamente modificati

e-mail :DVA-4@minambiente.it